Sui migranti ancora dati interessanti.

Essi sono il risultato di un’altra ricerca realizzata dall’IPSOS (I)° nel quadro di una vasta inchiesta promossa dalla rete internazionale “More in Common”. Ecco il link

Giusto un piccolo estratto. “La chiave per contrastare gli atteggiamenti anti-migranti è sottolineare cosa hanno in comune con gli italiani, per costruire una storia che li includa nel “gruppo di appartenenza”, anziché relegarli in un “gruppo di non-appartenenza” ostile. Invece di enfatizzare le differenze fra migranti e italiani, la comunicazione dovrebbe concentrarsi sulle realtà di migranti che si integrano con entusiasmo nella società, accogliendo le culture e i valori nazionali e regionali dell’Italia e rispettandone le leggi e le tradizioni”.

Riccardo Petrella
Share →