“Questo 9 agosto è importante per la visione simbolica dell’umanità come comunità globale di tutti gli abitanti della Terra”. Il comune di Cepeda, un piccolo villaggio nella provincia di Santa Fe in Argentina, ha deciso di dare il premio “Carta d’Identità – Abitante della Terra” ad Adolfo Pérez Esquivel, premio Nobel per la pace nel 1980 per la sua lotta per i diritti umani e la non violenza.

Adolfo Pérez Esquivel ha anche ricevuto il premio Citizen of the World del 1996. Ciò che ha un grande valore simbolico nella decisione del consiglio comunale di Cepeda, piccola città famosa perché era il teatro di due Famose battaglie interne per la storia dell’Argentina nel 1820 e nel 1859 tra le forze federaliste e le forze centriste e/o sindacaliste secessioniste centrate nella “provincia” di Buenos Aires.

Il comune di Cepeda, che ha aderito all’iniziativa globale “Carta d’identità – Abitante della Terra” onora così l’habitat della Terra in lotta per i diritti e la non violenza, che costituisce un atto incoraggiante per il futuro dell’umanità, soprattutto in questi tempi di ritorno dalla barbarie del razzismo, dai nazionalismi xenofobi e anti-umani, dalla demolizione dello stato dei diritti e dalla guerra contro la vita. Tutta la nostra ammirazione per i funzionari eletti di Cepeda e per il nostro “fratello” Adolfo Pérez Esquivel.

Lunga vita all’umanità fraterna. Lunga vita a donne e uomini di pace.

Messaggio uscito oggi sulla testata POUR.

Share →