La Carta degli Abitanti della Terra. Verso un patto dell’Umanità.

I dominanti di oggi sono sempre più apertamente violenti, guerrieri, arroganti, indifferenti nei confronti degli altri e della loro vita. Fanno veramente paura, che si tratti di finanza speculativa, di predazione della natura, di rigetto dell’altro. Non bisogna sottovalutare la loro capacità di violenza e predisposizione a  far la guerra a chi non è come loro. Nel Rapporto finale dell’Agorà degli Abitanti della Terra, tenutasi a Sezano (VR) dal 13 a 16 dicembre 2018, – leggi qui: RAPPORTO FINALE AGORA’ DEF (8 – non abbiamo risparmiato la denuncia delle nefaste convulsioni cui hanno condotto la vita della Terra, nel corso degli ultimi quaranta anni, a causa dei loro dogmi, credenze e pratiche sociali.

Ma abbiamo soprattutto lavorato su cosa dobbiamo e possiamo fare, noi, per cambiare rotta al divenire della vita della Terra, per garantire la sicurezza di esistenza di tutti gli abitanti della terra (le altre specie viventi comprese); per vivere insieme in uguaglianza rispetto ai diritti ed alla responsabilità salvaguardando i beni comuni essenziali per la vita quali l’acqua, le sementi, la conoscenza, la salute, abolendo cosi la proprietà privata sul vivere e sull’intelligenza artificiale; o per ripudiare la guerra e liberare il futuro della vita dal predominio delle logiche di potenza tecnologica e di obbedienza ai padroni dei mercati mondiali il cui solo obiettivo è quello di mercificare ogni forma di vita, la nostra inclusa.

Un grande grazie a tutte e tutti coloro che ci faranno l’onore di reagire, di condividere idee, critiche e proposte.

Riccardo Petrella, Sezano, 30 gennaio 2019

Share →