La lotta delle donne per la libertà, il rispetto della coscienza e la giustizia.
In questi giorni ha luogo a Sezano (Verona) nella sede del Monastero degli Stimmatini, per iniziativa dell’Associazione del Monastero del Bene Comune in collaborazione con la Rete delle Donne della Chiesa Luterana in Italia (CELI), una mostra interessante  il cui scopo è di contribuire a gettare luce sulla presenza e il peso delle donne nella storia, dando una faccia ad alcune di loro. Nella mostra vengono esposte le immagini di – finora – 24 donne dal 12° al 21° secolo. Queste donne si sono opposte con coraggio ai potenti e alla loro corruzione,
Per ulteriori informazioni  scrivere a:
Monastero del Bene Comune Associazione
DIPINTO KARIN

Perché questa mostra

Perché questa mostra? Come l’acqua sotterranea, così la presenza delle donne e la loro partecipazione attiva nei vari settori dello sviluppo delle culture, delle religioni e della politica si estende attraverso la storia dell’umanità.

L’obiettivo di mettere a tacere le donne ha una storia lunghissima.

Questo progetto ha lo scopo di contribuire a gettare luce sulla presenza e il peso delle donne nella storia, dando una faccia ad alcune di loro, rappresentando le tante altre, al fine di rianimare il loro vissuto, dandole il posto dovuto nella chiesa e nella storia, un posto che hanno sempre avuto, fin dall’inizio tra l’altro, come discepole equivalenti di Gesù.

Nella mostra vengono esposte le immagini di – finora – 24 donne dal 12° al 21° secolo. Queste donne si sono opposte con coraggio ai potenti e alla loro corruzione, come hanno fatto alla chiesa cristiana Jan Hus, Fra Dolcino, Calvino, Lutero ed altri che volevano ritornare agli insegnamenti originali di Gesù, pagando, talvolta, anche con la propria vita.

Tante persone sentono che il tema della Riforma ormai è esaurito con il 2017 e le sue tante celebrazioni;

noi invece sosteniamo: è soltanto l’inizio; noi, anzi noi ci auguriamo che le ricerche vengano continuate per portare alla luce altre donne coraggiose ed eccellenti per presentarle ad un pubblico sempre più vasto.

 

18 settembre 2017

 

 

Progetto realizzato in collaborazione con la Rete delle Donne della Chiesa Luterana in Italia (CELI) e la sua presidente Gisela Salomon.

L’autrice, Karin Peschau, ha condotto una ricerca delle donne coinvolte nel movimento della volontà di riformare la chiesa, a partire dal XII secolo ad oggi, in tutta Europa e negli USA. Il lavoro ha avuto inizio nel 2014 ed è ancora in corso.

Karin Peschau è laureata in Scienze politiche all’Università di Berlino e diplomata in pittura all’Accademia Cignaroli di Verona.

Ha un figlio, Franz Luca, e una figlia, Katharina. Vive in Italia e Germania. Conduce gruppi, corsi e laboratori, per donne interessate alla scoperta di sé e al risveglio della creatività. Laboratori per bambine e bambini per far sì che il loro enorme potenziale di gioia e creatività non venga soffocato.

I testi sono stati scritti in collaborazione con Anne Rose Lier, Martina Mangels, Katia Cavallito e Dalbert John Hallenstein.

Tagged with →  
Share →