La più grande bomba non nucleare “made in USA” è stata usata contro l’Afghanistan! … Ebbene, noi Europei dobbiamo uscire dalla NATO.

Riccardo Petrella

Gli Stati Uniti hanno bombardato tre giorni fa l’Afghanistan con la più grande bomba non nucleare mai costruita finora. La più grande potenza militare al mondo, presieduta da un guerrafondaio nazionalista che ha vinto le elezioni, perché, tra altre cose nefaste, ha soprattutto promesso di dare ancor più forza e potenza all’America, “in nome di America first” è in piena coerenza con il fatto di essere la potenza dominante.

Non sono invece affatto coerenti i governi che si dicono progressisti, democratici, favorevoli alla pace, alla cooperazione internazionale, ai diritti umani universali, ma che non hanno detto nemmeno una parola di dissenso o di protesta contro il governo degli Stati Uniti, preferendo stare zitti… ed essere complici.

Cosa ha detto il governo italiano? Perché Renzi, cattolico, non grida come sa urlare contro coloro che non la pensano come lui? Cosa hanno detto i governi tedesco, olandese, belga cosi pronti a far la guerra ai popoli che non obbediscono ai diktat della troika dell’austerità?

Né sono sufficienti gli appelli alla pace delle forze politiche e sociali non al governo nei paesi europei membri della NATO. L ‘uso da parte dell’alleato in capo degli Europei in seno alla NATO della più grande bomba non nucleare costruita finora veicola un messaggio chiaro, chiarissimo: gli USA non abbandoneranno mai volontariamente la loro leadership militare mondiale e la loro strategia di guerra mondiale.

A noi Europei di prendere una volta per tutte la sola buona decisione: basta gli appelli, usciamo dalla NATO.

Share →